Il Difensore regionale sostituisce la figura del Difensore civico comunale, soppressa con la legge 23/12/2009, n. 191 (art. 2, comma 186, lett. a).

Al fine di promuovere il servizio di difesa civica a favore della cittadinanza, il Consiglio comunale di Calcio, in data 11/03/2019, con la deliberazione nr. 10, ha approvato una convenzione per regolare i rapporti tra il Difensore regionale della Lombardia ed il Comune di Calcio, sottoscritta in data 02/04/2019.

Il Difensore regionale è un’autorità pubblica indipendente, prevista dall’art. 61 dello Statuto d’autonomia della Lombardia e disciplinata dalla legge regionale 06/12/2010, n. 18.  È incaricato di tutelare i diritti e gli interessi dei cittadini e degli altri soggetti della società civile (associazioni, imprese, comitati) nei confronti della Regione Lombardia e delle altre amministrazioni pubbliche rientranti nella sua competenza.

È eletto ogni sei anni dal Consiglio regionale e non è rieleggibile. Svolge le sue funzioni in piena autonomia, non ricevendo direttive dagli organi politici regionali.

Il Difensore regionale si occupa, su richiesta dei cittadini o d’ufficio, di tutti i casi di cattiva amministrazione: illegittimità o irregolarità amministrative, iniquità o discriminazioni, mancanza di risposta o rifiuto d’informazione o d’accesso agli atti amministrativi, ritardi ingiustificati, carenza qualitativa dei servizi e simili.

Il Difensore regionale non può rappresentare il cittadino in giudizio, né fornire consulenze legali, nè regolare le controversie tra privati (per esempio, le controversie condominiali o commerciali).

Il servizio è gratuito e aperto a tutti.

È possibile reperire informazioni utili per la presentazione delle istanze presso l’Ufficio relazioni con il pubblico (URP) del Comune di Calcio, oppure collegandosi al sito: www.difensoreregionale.lombardia.it.